PROPRIO OGGI, MA NON SONO STATO IO.

PROPRIO OGGI, MA NON SONO STATO IO.

28 Luglio 2018.
Buongiorno.
Nel senso che è un buon giorno, lo so che è sera, sono le 19,00.
Questo articolo parla ANCHE di canzoni.
Sono assente da parecchio su questo blog in quanto molto impegnato su altri fronti, però oggi, proprio oggi, vi devo raccontare una storia che sembra una favola e invece non lo è.
È la storia di Laura e Stefano, che a dirla così sembra quasi il titolo di una canzone di Lucio Dalla, e invece non lo è, si tratta di una storia vera.
Alcuni anni fa, a Gennaio 2015, dalle Marche mi ha scritto la volontaria Laura su Facebook, mi ha mandato una foto di una gattina con un occhio orribile iniettato di sangue affermando che la veterinaria della ASL voleva enucleare (che significa operare e toglierlo).  La foto qui sotto mostrava un occhio davvero brutto.
La gattina l’aveva Laura, così mi è stato possibile convincerla che potevamo salvare l’occhio e ho fermato l’enucleazione, ho suggerito un protocollo di farmaci, ho fatto un appello su Facebook raccontando la storia, ho dato un nome alla micetta e alla faccia di quella veterinaria l’ho chiamata Bella, anche se era brutta con quell’occhio orribile.
Ho scritto tanto di lei, cercandole un’adottante.
L’adottante l’ho trovata a Roma, l’occhio con le cure l’abbiamo salvato e Bella è diventata bella veramente.
Il suo occhio non è mai stato tolto, è ancora lì e vede anche qualcosa. Ormai dopo tre anni e mezzo è quasi perfetto.
Questa qui sotto è la foto dopo un mese di cure.

La veterinaria tutta stizzita m’ha scritto in privato insultandomi, dicendo che su Facebook l’avevo messa in pessima luce (non ho mai fatto il suo nome o il nome della città) e si è dimostrata una vipera come poche.
Le ho risposto inviandole la foto dell’occhio guarito di Bella, e mi ha insultato lo stesso.
Vipera e pure rosicona. Un tesoro di donna.
Oggi penso che qualora abbia sbollito la rabbia forse prima di togliere gli occhi adesso ci pensa sopra un minuto di più.
Una vipera come poche, comunque, me la ricordo bene la sua rabbia velenosa.
Torniamo invece alla deliziosa volontaria Laura: dopo un po’ di tempo è venuta fino a Roma dalle Marche per portare la micetta curata e guarita a casa della sua nuova mamma.
C’ero pure io a quell’appuntamento.
Laura ha fatto il viaggio insieme a un altro volontario appassionato di gatti, Stefano, sono venuti in auto insieme per portare la gattina Bella fino alla sua nuova mamma, non si conoscevano da molto e quel viaggio è stato “galeotto”, li ha fatti conoscere meglio e poi si sono fidanzati.
Dicono che è stato quel viaggio, quella gattina, quell’occasione.
Dicono sia stato io, ma non sono stato io.
Oggi, proprio oggi 28 Luglio 2018, proprio ora che sto scrivendo queste righe sono le 18,50, fa un caldo che si scoppia, sono sudato come un pezzo di parmigiano fuori dal frigo per una settimana, ma sorrido ebete mentre digito sulla tastiera del mio Mac.
Sorrido pensando che proprio in questo momento, nelle Marche,quei due  si stanno sposando, s’abbracciano ed è il loro giorno.
Si amano, Laura e Stefano, manco fosse una canzone.
Si dicono si.
Proprio oggi.
Ma non sono stato io.
Non è stata l’adottante, e nemmeno la gattina Bella.
Non è stato il viaggio, non sono state le cure, non è stato Facebook a far nascere tutto questo.
È stata la vipera rabbiosa, è stata la sua incompetenza pericolosa che ha acceso vari amori.
Quello che più mi piace di questa storia, è che una cosa brutta che doveva dare vita a dolore e ingiustizia s’è trasformata in una cosa Bella in tutti i sensi.
La gattina oggi sta benissimo, la sua adottante l’ama appassionatamente, e Laura e Stefano proprio ora si stanno sposando, come nella canzone di Dalla.
Qualcuno li ha visti tornare tenendosi per mano”, la vipera rabbiosa non lo saprà mai, ma è stata lei.
Ripenso a un’altra canzone, stavolta di De André, che diceva “…dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori”.
D’arancio.
Attenta, Bella, che la sposa tira il bouquet.
Occhio.

Andrea Cascioli.

__________

Per condividere, cercate in basso il piccolo pulsante blu “condividi.”

__________

© 2018 ETICO, BISBETICO, FRENETICO, PATETICO.

__________

Se intendete seguire questo blog e ricevere un avviso quando viene pubblicato un nuovo articolo, cliccate il pulsante blu “ISCRIVITI”.
Lo vedete all’angolo in basso a destra del vostro schermo.
Se non lo vedete leggete le istruzioni qui:
https://andreacascioli.wordpress.com/iscriversi-istruzioni-facili-per-seguire-questo-blog/
L’iscrizione va effettuata da computer o da tablet, perché da cellulare WordPress non la permette.
Una volta iscritti, potrete utilizzare qualsiasi dispositivo, ricevere le notifiche e leggere da computer, da tablet o da cellulare.
_____

Gradite quel che scrivo o come lo scrivo?
Provate il mio romanzo, è gratuito.
“LO SCRITTORE, I SUOI GATTI E UN MISTERO”
Sette capitoli e tutte le copertine sono qui:
https://andreacascioli.wordpress.com/archivio-capitoli-del-romanzo/

Fessacchiotto miniature - 1-32

_____

La Pagina Facebook de “LO SCRITTORE, I SUOI GATTI E UN MISTERO” è qui:
https://www.facebook.com/pages/Lo-scrittore-i-suoi-gatti-e-un-mistero/897194836992977

Fessacchiotto Pagina FB

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...