MORGANA BRUTTAQUAGLIA E LA RABBIA DELL’IMPOTENZA.

AGGIORNAMENTO 29 NOVEMBRE: NON INVIATE PIÙ OFFERTE, ABBIAMO PAGATO TUTTO.

20 Novembre 2018: Morgana Bruttaquaglia pesa 370 grammi.

MORGANA BRUTTAQUAGLIA E LA RABBIA DELL’IMPOTENZA.

24 Novembre 2018.
Sono arrabbiatissimo.
Da 22 giorni, con Tiziana Mastropietro mi sto occupando di un caso disperato di Herpesvirus: due gattine che pesavano 250 grammi, scheletriche, denutrite, che respiravano appena.
Una è morta dopo 2 giorni, l’altra (in foto) ha le palpebre saldate, ormai fuse: è stato impossibile aprirle gli occhi, all’interno c’era un’infezione molto seria.
Si chiama Morgana Bruttaquaglia; quando l’ho tenuta in mano la prima volta, sentivo solo la cassa toracica e sembrava una quaglia, pesava 250 grammi ed era una cosa impressionante: aveva anche le narici quasi saldate (ma ora sono state aperte chirurgicamente).
In questi giorni non ho mai detto nulla di Morgana Bruttaquaglia, per non sovrapporre le notizie con l’occhio distrutto di Eccolo Bubble che oggi sta finalmente bene ed è andato in stallo a Reggio Emilia.
La gattina Morgana vive da 22 giorni in un’incubatrice con la lampada rossa sempre accesa, non riesce a mangiare da sola per via del muco che le tappa il naso e per la debolezza, viene nutrita con la siringa, oggi ha 2 mesi ma pesa solo 370 grammi, che è ancora pochissimo (dovrebbe pesare almeno il doppio) ed è lunga solo 14 centimetri.
Dopo 22 giorni di antibiotico starnutisce ancora, non sembra reagire ai farmaci e io sono rabbioso e impotente.
Il liquido che le sta gonfiando gli occhi non può uscire (le palpebre sono saldate in modo definitivo) e la situazione sta precipitando velocemente verso due ascessi impossibili da incidere in ambulatorio, perché a contatto con le palpebre da incidere sotto c’è la cornea.
In questi 22 giorni con l’oculista dott. Guandalini e con Tiziana Mastropietro abbiamo tentato di tutto, terapie di 6 farmaci ogni 4 ore, incubatrice con luce rossa, esposizione alla luce, interferone, creme antibiotiche, ci siamo inventati numeri da circo, ma è stato tutto inutile, perché con le palpebre saldate le pomate vengono assorbite lo stesso ma troppo poco: gli occhi si stanno gonfiando ogni giorno di più, anche per le lacrime che il raffreddore produce e che non possono uscire dalle palpebre saldate, gonfiando gli occhi ulteriormente.
L’oculista dott. Adolfo Guandalini al controllo del 20 Novembre ha affermato che la situazione è drammatica e che l’unico modo per far spurgare quel liquido è operare, con un intervento complicatissimo di bisturi al microscopio, per aprire quelle palpebre senza danneggiare la cornea attaccata sotto, a contatto.
Guandalini è un chirurgo assai capace e se lo dice può farlo, ma ha voluto sentire la dottoressa anestesista che ha visitato la gattina, l’ha pesata e si è dichiarata contraria all’anestesia: secondo lei, date le condizioni cardiorespiratorie, 370 grammi sono troppo pochi e l’intervento (che sarebbe lunghissimo) avrebbe bisogno di un’anestesia troppo lunga e pericolosa: Morgana Bruttaquaglia non ce la farebbe e morirebbe sotto i ferri.
Quindi il parere è stato negativo su tutta la linea, secondo l’anestesista non si può operare.
Ho preso atto di questo, arrabbiatissimo: se non la operiamo diventerà certamente cieca sia per i batteri che le stanno mangiando gli occhi all’interno delle palpebre saldate, sia per un altro motivo di connessioni neurali tra occhi e cervello che non si formerebbero.
Inoltre, se non apriamo quegli occhi adesso l’infezione potrebbe arrivare al cervello, e rischiamo futuri problemi anche di epilessia.
Il dott. Guandalini ha anche detto che probabilmente gli occhi dopo tanti giorni di batteri senza drenaggio sono ormai danneggiati per sempre e l’anestesista ha sottolineato che quindi un intervento in queste condizioni potrebbe anche essere un rischio inutile.
Ecco, questo è quanto è emerso dal controllo di Martedi scorso, io mi sono sentito impotente, arrabbiato, frustrato e sconfitto: comunque vada Morgana Bruttaquaglia non ha più speranze, io questa cosa non la trovo sopportabile.
Io detesto sentirmi impotente.
Così ho chiesto un’ecografia intraoculare, da fare veloce e immediata, per sapere quegli occhi come stanno messi là sotto e capire se dovevamo arrenderci o inventarci qualcosa.
L’ecografista dott. Zeyen ha detto che gli occhi ci sono, che sono ancora integri, dalla forma regolare, entrambi.
Evidentemente le terapie intense per ora hanno funzionato: se i batteri non hanno intaccato la struttura degli occhi significa che non c’è pus e non ci sono (troppi) batteri: il liquido che gonfia quegli occhi quindi è composto per la maggior parte di lacrime che si stanno accumulando, gonfiando l’occhio sempre più.
Un’operazione, quindi, non sarebbe un rischio inutile, ma un rischio calcolato.
Allora ho pensato una cosa: se non mi faccio influenzare dalla questione economica e faccio operare Morgana DUE VOLTE, un occhio per volta a distanza di alcuni giorni, ogni operazione durerebbe la metà del tempo e ogni volta occorrerebbe metà anestesia.
Se per alcuni giorni Tiziana Mastropietro nutrisse Morgana in modo intensivo, forse la riusciremmo a portare a 500 grammi e ad operare almeno l’occhio più gonfio.
Ne ho parlato con l’anestesista, è d’accordo nel ritenere questa soluzione assai meno rischiosa e l’ha accettata: ho prenotato l’intervento, e Morgana Bruttaquaglia verrà operata dal Dott. Guandalini la mattina di Giovedì 29 Novembre alle 10,00.
L’intervento a un solo occhio sarà comunque complicato e lungo: le palpebre saldate una volta incise (col bisturi al microscopio) vanno separate, aperte, rovesciate e cucite in alto e in basso per non fare toccare i lembi tra di loro fino a quando molti giorni dopo non si cicatricizzeranno (altrimenti se si toccano si risaldano subito); verrà anche rimossa la terza palpebra che probabilmente è ormai aderente alla cornea.
Se funzionerà valuteremo un secondo intervento alcuni giorni dopo, anche in base al peso e a come la micetta avrà sopportato l’anestesia.
Così Martedì sera ho preso degli attrezzi per sturare il nasino dal muco, le fialette di liquido da spingere nelle piccole narici, una confezione di gocce alimentari ricostituenti potentissime, ho attraversato Roma e sono andato fino a Torvajanica a portarle di corsa a casa di Tiziana che sta curando in stallo Morgana, con le pappe ipernutrienti date con la siringa per bocca, nell’incubatrice con la lampada rossa.
“Che hai fatto ieri sera?”
“Una serata a luci rosse con Morgana, pensa un po’! E dire che due ore prima ero impotente!”.
“Ma che farmaci c’erano in quel tuo protocollo? Ce n’era uno blu?”
Ecco, rido, ironizzo, trovo un nome buffo come Morgana Bruttaquaglia, faccio chilometri e invento alternative; perché senza progetti, senza un piano, senza un obiettivo, senza una possibilità, io mi sento piccolo piccolo, altro che 370 grammi, e mi ritrovo impotente e disperato.
Quell’ecografia intraoculare è stata una buona idea.
Anche la lampada rossa da incubatrice: Tiziana Mastropietro è formidabile e il suo apporto è sempre determinante, va detto.
Ora mi sento meno inutile, ma mi occorre una mano con i soldi: tra farmaci, cibo medicale, integratori, ecografia, due anestesie e due operazioni, benzina a fiumi e i futuri farmaci e controlli post operatori partiranno molte centinaia di euro.
Molte tante.
Sono costretto a fare un evento.
Voi che mi state leggendo sapete che sono contrario, che spesso scrivo “non occorre denaro, ho già pagato tutto”.
Beh, stavolta serve un contributo, la cosa è molto costosa e un aiuto sarà gradito.
Non subito, perché, non sono sicuro che la gattina arrivi a Giovedì.
Tra pochi giorni, superato il weekend, su questa stessa pagina pubblicherò un iBan, una Poste Pay e un indirizzo PayPal.
Nel frattempo, Morgana Bruttaquaglia viene nutrita il più possibile, sperando di strapparla alla morte.
Il prossimo aggiornamento Mercoledì 28 Novembre.

Andrea Cascioli.

Morgana Bruttaquaglia pesa 370 grammi.


____________________


AGGIORNAMENTO MERCOLEDÌ 28 NOVEMBRE: PARTE LA RACCOLTA.

Nella foto qui sotto vedete che l’occhio destro di Morgana Bruttaquaglia è gonfissimo, ma ormai siamo prossimi all’intervento, mancano poche ore.
Le notizie sono buone, la gattina mangia con appetito e negli ultimi due giorni ha incrementato l’aumento di peso, ormai è arrivata a 490 grammi. Tra poche ore entrerà in sala operatoria per la prima delle due operazioni. 


L’occhio destro di Morgana Bruttaquaglia (27 Novembre 2018) è ormai gonfissimo.
Tra 30 ore verrà operato.

Come promesso parte oggi 28 Novembre la raccolta fondi per pagare le due operazioni e i farmaci che salveranno gli occhi di Morgana Bruttaquaglia.
Scrivo questo a poche ore dalla prima operazione (domattina alle 10,00).
Dovremo pagare 2 parcelle all’anestesista, 2 parcelle al chirurgo oculista, e una ecografia intraoculare (già fatta, esito positivo) e i farmaci per il post operatorio di entrambi gli interventi.
Qui sotto spiego tutto, come fare a donare il vostro contributo per Morgana Bruttaquaglia.


AGGIORNAMENTO 29 NOVEMBRE:
MORGANA È STATA OPERATA, NON INVIATE PIÙ DENARO, ABBIAMO PAGATO TUTTO.
PIÙ SOTTO TROVATE FOTO E IL MIO RESOCONTO DEI FATTI.

TRE MODI PER DONARE:

Potete fare la vostra donazione in tre maniere differenti, con il Bonifico bancario, oppure con PayPal, o anche con Postepay.
Scegliete la modalità a voi più comoda.
Leggete bene per PayPal l’opzione “DONAZIONE PER AMICI E PARENTI”.
Per i bonifici un anno e mezzo fa ci fu un disguido subito risolto con l’iBan (per colpa mia), ma
oggi il numero di iBan che vedete qui sotto è giusto.
Qui di seguito spiego come fare per ogni modalità:


_______________

  • DONARE CON BONIFICO BANCARIO: 
    L’IBAN GIUSTO PER DONARE È QUESTO:
    iban: IT 43 R 0344 214239 0000 65280800
    Intestato a GIOVANNI DUCA

Il bonifico è la modalità più semplice; quello on line attraverso il vostro internet banking è quasi sempre gratuito.
Se possedete un conto corrente con
internet banking gratuito vi consiglio questa soluzione, per non pagare alcuna commissione: così qualunque importo vorrete donare arriverà totalmente a Morgana Bruttaquaglia, senza provvigioni bancarie trattenute.
Come causale scrivete 
“PER MORGANA”.

Appena effettuato il bonifico scrivete una mail al mio indirizzo andreacascioli@tiscali.it  comunicando quanto avete donato: in questo modo potrò calcolare l’importo totale delle donazioni, non dovremo aspettare gli estratti conto aggiornati e potrò calcolare in tempo reale quando interrompere l’evento, per non superare l’importo necessario.
Non riceverete una risposta alla vostra mail; è un indirizzo che serve solo per la contabilità in tempo reale.
Non dimenticate di specificare che avete usato la modalità del bonifico.


_______________

  • DONARE CON PAYPAL:
    Per donare con PayPal potete accedere in modo tradizionale dal vostro account PayPal e poi dovete inserire questo indirizzo mail:
  •  tiziana.mastropietro@istruzione.it
    che è collegato al conto PayPal di Tiziana che riceverà la vostra donazione.
    IMPORTANTE: specificate che è una donazione per amici o parenti, altrimenti PayPal IN AUTOMATICO trattiene una provvigione e la vostra donazione NON ARRIVA INTERA.
    Quindi fate molta attenzione a scegliere l’opzione che specifica che è una
    DONAZIONE. Cercatela, in modo di far arrivare TUTTA la cifra che state donando.

ECCO COME SI FA:

Si deve avere (o attivare) un conto PayPal.
Nel caso non lo aveste e dobbiate attivarlo andate sul sito Paypal e sarete aiutati a configurarlo.

Creare un conto PayPal è sempre gratuito.
L’invio di denaro (euro) a familiari e amici nella zona euro è sempre gratuito, però soltanto se usate il vostro saldo PayPal o il vostro conto bancario.
Se usate la carta, invece, la tariffa è del 3,4% + 0,35 euro. È sconsigliata, quindi.
Perciò è meglio usare il vostro
 saldo PayPal o il vostro conto bancario.
Ricordatevi di scegliere l’opzione “amici e familiari” per non pagare alcuna commissione, altrimenti PayPal trattiene 70 centesimi ogni 10 euro e quindi la vostra offerta non arriva intera.
Cercate quindi bene l’opzione che chiarisce che si tratta di una donazione.

Appena inviato il denaro con PayPal scrivete una mail al mio indirizzo andreacascioli@tiscali.it   comunicando quanto avete donato: in questo modo potrò calcolare l’importo totale delle donazioni, non dovremo aspettare gli estratti conto aggiornati e potrò calcolare in tempo reale quando interrompere l’evento, per non superare l’importo necessario.
Non riceverete una risposta alla vostra mail; è un indirizzo che serve solo per la contabilità in tempo reale.
Non dimenticate di specificare che avete usato PayPal.


_______________


  • DONARE CON POSTEPAY:
    Ricaricando la carta Postepay intestata a Tiziana Mastropietro potete donare in vari modi.
    È semplice e veloce, ma c’è sempre una commissione da pagare.
    Di seguito vi elenco tutti i modi e i costi (1 euro, 2 euro o anche 3 euro).

I dati sono questi:

N. di carta Postepay: 4023 6009 3945 4023
intestata a
 TIZIANA MASTROPIETRO
codice fiscale:
 MSTTZN85M49G274R

ECCO COME SI FA:

È semplicissimo. Qui di seguito spiego ogni differente modo:

  • Dagli sportelli ATM Postamat (il bancomat di Poste Italiane):
    È possibile ricaricare una carta Postepay usando un’altra carta Postepay, oppure un’altra carta Bancoposta o anche una normale carta Pagobancomat.
    Digitare il numero della carta Postepay di
    Tiziana Mastropietro da ricaricare, confermare la volontà di effettuare l’operazione ed attendere qualche istante affinché la procedura risulti andata a buon fine e sia possibile ritirare lo scontrino. La commissione per l’operazione di ricarica è di 1 euro se usate un’altra carta Postepay, oppure un’altra carta Bancoposta.
    La commissione è invece di 
    2 euro se usate la carta bancomat, mentre è di 3 euro se usate altre carte.
  • Dallo sportello ATM bancomat (lo sportello bancomat delle banche):
    Recatevi al bancomat. Se disponibile selezionate la voce “Ricarica Postepay” visibile sullo schermo. Digitate il numero della carta Postepay da ricaricare e l’importo, confermate la volontà di effettuare l’operazione ed attendete qualche istante affinché la procedura risulti andata a buon fine e sia possibile ritirare lo scontrino. La commissione per l’operazione di ricarica è di 2 euro se usate la carta Pagobancomat, mentre è di 3 euro se usate altre carte.
  • allo sportello della Posta:
    Chiedete il modulo per ricaricare la carta Postepay e compilatelo con i dati (il numero della carta Postepay di
    Tiziana Mastropietro da ricaricare, il codice fiscale di Tiziana e l’importo che si vuole accreditare sulla carta) e consegnate il modulo all’impiegato assieme al vostro codice fiscale e al vostro documento. L’operazione costa 1 euro, qualunque importo vogliate donare. Vi daranno pure una ricevuta.
  • in tabaccheria:
    Per ricaricare Postepay presso una tabaccheria occorre comunicare il numero della carta Postepay di Tiziana Mastropietro da ricaricare, il codice fiscale di Tiziana e l’importo che si vuole accreditare sulla carta. Le ricariche presso le tabaccherie possono essere effettuate esclusivamente in contanti. La commissione per l’operazione di ricarica è di 2 euro qualunque importo vogliate donare.
  • in una ricevitoria Sisal:
    Per ricaricare Postepay presso una ricevitoria Sisal è sufficiente presentare il numero della carta da ricaricare di Tiziana Mastropietro e il codice fiscale di Tiziana.
    Poi comunicare l’importo.
    La commissione per l’operazione di ricarica è di 
    2 euro qualunque importo vogliate donare.
  • sul sito di Poste Italiane (se avete un account con loro):
    In questo caso dovete avere un account sul sito, seguirt le istruzioni partendo dai Servizi Postepay, inserite i dati richiesti (il numero della carta Postepay di Tiziana Mastropietro da ricaricare e il codice fiscale di Tiziana), l’importo che si vuole accreditare sulla carta e i vostri dati.
    L’operazione costa 
    1 euro, qualunque importo vogliate donare.
  • con il cellulare attraverso Poste Mobile (se avete la SIM di Poste Italiane):
    se avete Posta Mobile il vostro cellulare dovrebbe essere già collegato con il vostro conto corrente postale; basterà inserire i dati (il numero della carta Postepay da ricaricare ed il codice fiscale del titolare), l’importo e il vostro 
    numero di sicurezza(quello che vi hanno dato all’ufficio postale quando avete ritirato la SIM).
    L’operazione costa 
    1 euro, qualunque importo vogliate donare.

Appena inviato il denaro con PostePay scrivete una mail al mio indirizzo andreacascioli@tiscali.it   comunicando quanto avete donato: in questo modo potrò calcolare l’importo totale delle donazioni, non dovremo aspettare gli estratti conto aggiornati e potrò calcolare in tempo reale quando interrompere l’evento, per non superare l’importo occorrente.
Non riceverete una risposta alla vostra mail; è un indirizzo che serve solo per la contabilità in tempo reale.
Non dimenticate di specificare che avete usato PostePay.


29 Novembre 2018: Morgana Bruttaquaglia con gli occhi finalmente aperti, dopo le operazioni.

AGGIORNAMENTO 30 NOVEMBRE: 
QUELLO CHE NON SI VEDE.

A grande richiesta, ecco una foto da vicino con occhietti aperti, finalmente. 
Quello che non si vede sono i punti di sutura, perché il filo è nero e la micetta pure: le palpebre sono cucite alla fronte e agli zigomi per rimanere aperte, altrimenti si riattaccano e va evitato assolutamente: inoltre un farmaco speciale impedisce questa tendenza di riparazione dei tessuti, altrimenti i lembi delle due palpebre si salderebbero di nuovo tra loro.
È iniziato il periodo post operatorio di Morgana Bruttaquaglia, nella sua incubatrice con la lampada rossa che la tiene al caldo: Morgana ora respira finalmente bene, le narici non sono più piene e sono morfologicamente perfette (due settimane fa si stavano saldando e furono aperte chirurgicamente), inoltre mangia ormai con grande appetito, sempre maggiore ogni giorno un pochino di più.
Quello che io non vedevo, tutto preso dal portarla alle visite, a preoccuparmi di trovare una strategia per farla operare, a cercare i soldi, è che non l’avevo mai guardata negli occhi.
Pensateci. L’ho amata senza mai averla guardata negli occhi.
E in quegli stessi occhi da ieri sera Morgana Bruttaquaglia prende farmaci (non più sopra le palpebre, proprio dentro gli occhi aperti) quattro volte al giorno e da stamattina prende l’antibiotico nuovo, che dopo un mese di Ronaxan occorreva cambiarlo.
È ancora cieca e lo sarà per mesi, ma sono quasi sicuro di riuscire a ridarle la vista entro Febbraio: quello che non si vede è che lentamente tra occhio e cervello già da oggi si stanno creando le connessioni neurali grazie alla luce che entra e a un farmaco apposito; quello che non si vede, si vedrà in futuro.
Le terapie le sta facendo Tiziana Mastropietro che è formidabile, inossidabile, inarrestabile.
Anche lei è quello che non si vede, mentre io mi metto in mostra e vedete solo me.
Domattina (Sabato) alle 11,45 abbiamo il primo controllo dal dott. Guandalini, a due giorni dalle operazioni.
Non inviate denaro. 
Grazie alle vostre offerte TUTTO È STATO PAGATO: l’ecografia intraoculare, l’anestesista, le due operazioni, anche i farmaci dell’ultimo mese e del prossimo e pure tutto il costoso cibo medico del mese passato.
Domani pomeriggio vi aggiornerò sul controllo, ma immagino che stia andando tutto bene.
Grazie ancora a chi ha donato il suo denaro per questa gatta-quaglia di 14 centimetri senza conoscerla, senza averla mai tenuta in mano, senza averla guardata mai negli occhi.
Avete fatto la differenza.
Quello che non si vede è che hanno donato soldi persone di destra e di sinistra, omosessuali ed eterosessuali, vegani e onnivori, persone alte e persone basse, persone italiane e persone straniere, persone ricche e persone povere, di fatto socie in un Progetto che guarda altro, perché una cosa è guardare e un’altra cosa è saper vedere.
Ma come dicevo prima, quello che non si vede si vedrà in futuro.
Grazie a tutti.

Andrea Cascioli.

Morgana appena operata il 29 Novembre 2018

Non comprate animali.
Adottateli.
Sterilizzateli, maschi e femmine, per evitare il randagismo.
Morgana Bruttaquaglia è il 180esimo gatto salvato dal Progetto Stevie Stivaletti.
Presto tornerò a parlarvi di lei, per cercarle una casa, appena guarita.
Non serve un “mi piace”: serve una condivisione per dire che tutto questo si sarebbe evitato sterilizzando i genitori di Morgana, sia il maschio che la femmina. È una questione di responsabilità.
Come in tutte le cose, non aspettate che siano gli altri a rendere il mondo più civile e responsabile.
Siate voi gli altri.
Condividete questo post per far adottare Morgana Bruttaquaglia.
Ogni nuovo aggiornamento sarà su questo blog, o sulla Pagina Facebook del Progetto Stevie Stivaletti in tempo reale.


Per condividere, cercate in basso il piccolo pulsante blu “condividi.”

© 2018 ETICO, BISBETICO, FRENETICO, PATETICO.

__________

Se intendete seguire questo blog e ricevere un avviso quando viene pubblicato un nuovo articolo, cliccate il pulsante blu “ISCRIVITI”. Lo vedete all’angolo in basso a destra del vostro schermo. Se non lo vedete leggete le istruzioni qui:https://andreacascioli.wordpress.com/iscriversi-istruzioni-facili-per-seguire-questo-blog/ L’iscrizione va effettuata da computer o da tablet, perché da cellulare WordPress non la permette. Una volta iscritti, potrete utilizzare qualsiasi dispositivo, ricevere le notifiche e leggere da computer, da tablet o da cellulare. 

__________________

Gradite quel che scrivo o come lo scrivo? Provate il mio romanzo, è gratuito. “LO SCRITTORE, I SUOI GATTI E UN MISTERO” I primi sette capitoli e tutte le copertine sono qui: https://andreacascioli.wordpress.com/archivio-capitoli-del-romanzo/

Fessacchiotto miniature - 1-32

_____

La Pagina Facebook de “LO SCRITTORE, I SUOI GATTI E UN MISTERO” è qui:https://www.facebook.com/pages/Lo-scrittore-i-suoi-gatti-e-un-mistero/897194836992977

Fessacchiotto Pagina FB

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...